Soluzioni Anti-Covid per Hotel

Soluzioni Anti-Covid per Hotel

Oltre alla domotica, esistono altre tecnologie e strategie per aumentare la sicurezza delle strutture ricettive, come imposto dal protocollo di riapertura delle attività della fase 2.

Il Self Check-in (Check-in virtuale)

Per evitare assembramenti alla reception o per offrire l’accesso alla struttura 24h/24, esistono soluzioni che consentono di ridurre o eliminare del tutto la necessità di interazione tra il personale e l’ospite:

App Self Check-in: a seguito della prenotazione, all’ospite viene inviata una email con le istruzioni per scaricare l’app di self-checkin. L’ospite può in questo modo, con calma e con largo anticipo rispetto al suo arrivo, inserire i propri dati anagrafici, fotografare il documento d’identità e invitare alla procedura i propri accompagnatori. Alcune App di self-checkin più evolute si occupano anche del riconoscimento dell’utente tramite un semplice selfie col documento d’identità. In questo modo, l’ospite potrà effettuare tutte le procedure burocratiche ancor prima di arrivare in struttura.

Totem: consiste in un pos interattivo dove l’ospite può effettuare in autonomia le operazioni di check-in, presentare documenti, ecc… ed eventualmente anche ottenere istantaneamente la chiave RFID per l’accesso alla camera.

 

Controllo del distanziamento sociale

Esistono sistemi di video-sorveglianza che, in tempo reale, sono in grado di contare il numero di persone e verificare il rispetto delle distanze (people counting). In questa maniera si può controllare gli assembramenti ed il flusso dei visitatori in entrata e in uscita dalla struttura.

 

Termo-telecamera per la tutela della salute

Esistono specifiche termo-camere ad infrarossi, posizionabili in reception o nelle parti comuni che, in forma anonima – ovvero senza salvare l’informazione e nel rispetto della privacy – rilevano la temperatura dell’ospite (accertandosi che rientri nei parametri prestabiliti) e che verificano l’adozione della mascherina. In caso l’ospite abbia la febbre o non indossi la mascherina, il personale viene avvisato e possono venire inibiti eventuali varchi o tornelli.

Accesso alla camera in autonomia

Tramite una App di Smart Check-in, o con lo stesso software di supervisione Giano tramite App, un semplice SMS o un PIN da digitare su una tastiera numerica, l’ospite non deve neanche passare dalla reception potendo aprire in autonomia i varchi che lo conducono fino alla propria camera.

Le porte interne potranno anche essere dotati di speciali maniglie antibatteriche “handless” per poterle aprire ricorrendo all’uso del gomito anziché alle mani.

Interazione con la camera e lo staff

Gestione presenza e attivazione utenze: oltre all’utilizzo della chiave RFID per attivare le utenze di camera, si può optare, per evitare ogni contatto con qualsiasi superficie, per l’attivazione tramite il rilevamento della presenza dell’ospite utilizzando sensori volumetrici di presenza in combinazione con logiche più sofisticate e sicure (contatto magnetico porta, canali temporali, ecc…). Naturalmente tutti i servizi non necessari saranno disattivati automaticamente quando l’ospite lascia la stanza.

Servizi in camera: una App di personal/digital/virtual concierge può essere usata sia per interloquire col personale, per verificare il conto, per ordinare servizi o pasti in camera, oltre che per interagire con la domotica (modificare la temperatura, richiamare scenari di luce, muovere le tapparelle, impostare il non disturbare, chiamare il personale, ecc…). L’albergatore può comunicare in tempo reale con gli ospiti quali informazioni importanti sul soggiorno, servizi, escursioni e tutto quello che c’è da sapere sull’hotel, senza impegnare il centralino negli orari più affollati.

Sanificazione della camera

Come indicato dalle linee guida per la gestione del Covid-19 dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in ambito alberghiero, l’obiettivo è quello di garantire un’interazione sicura con i dispositivi in camera, soprattutto considerando oggetti e superfici ad alto contatto come interruttori, tasche porta badge e telecomandi. Oltre a fornire dispenser di gel disinfettante e accessori monouso occorre dotarsi, in primis, di un piano di sanificazione efficace delle camere e delle aree comuni.

Il software di supervisione Giano include, oltre alla gestione quotidiana del riassetto camera, anche la gestione della sanificazione della camera. Lo stato di camera “da sanificare” viene mostrato in rastrelliera: è possibile farlo attivare automaticamente al check-out dell’ospite ed si imposta/resetta manualmente (anche per più di una camera) dal menu contestuale. Un pratico filtro è stato aggiunto per visualizzare le sole camere da sanificare.

Lo stato di camera non occupata e da sanificare sarà riconoscibile dal personale di riassetto per lo specifico colore dei lettori per l’accesso alla camera, soltanto negli orari in cui le cameriere si recano al piano. L’avvenuta sanificazione della camera sarà notificata in reception tramite la pressione prolungata del tasto sul lettore interno.

Un popup di avviso sarà mostrato all’utente del software qualora si tenti di assegnare comunque ad un ospite una camera ancora da sanificare.



Bandi ed agevolazioni

Molteplici sono i bandi nazionali e regionali mirati a sostenere il settore turistico per superare l’emergenza e dare un aiuto concreto in termini di liquidità e accesso al credito con finanza agevolata e/o contributi a fondo perduto, anche per l’adozione di tutte le tecnologie che concorrono a diminuire il contagio durante l’epidemia.

Prenota la tua demo gratuita